PugliaRegione Puglia + TarantoProvincia di Taranto 

Crispiano, 04 settembre 2023

L'UFFICIO ALLA PUBBLICA ISTRUZIONE DEL COMUNE DI CRISPIANO

COMUNICA

che con Atto del Dirigente della Sezione Istruzione e Università della Regione Puglia n.175 del 20 giugno 2023 è stato adottato l’Avviso per l’assegnazione del beneficio relativo alla fornitura gratuita o semigratuita dei libri di testo e/o sussidi didattici per l’a.s. 2023/2024, rivolto gli studenti e le studentesse o, qualora minori, chi ne esercita la responsabilità genitoriale o la tutela /curatela, che abbiano un livello di Indicatore della Situazione Economica Equivalente (di seguito ISEE) non superiore ad € 10.632,94, elevando tale limite a € 14.000,00 nel caso di famiglie numerose con 3 o più figli., attestato da una certificazione in corso di validità.

Presentazione delle domande

La procedura viene ripartita tra due finestre temporali: la prima, ordinaria, al fine di garantire il beneficio sin dall’inizio dell’anno scolastico e la seconda al fine di garantire alle famiglie che non hanno presentato domanda nella prima finestra di poter comunque beneficiare del suddetto contributo: prima finestra temporale: chiusa.

seconda finestra temporale: sarà attiva a partire

dalle ore 12:00 del 4 settembre 2023 fino alle ore 12:00 del 24 settembre 2023;

oltre tale termine il sistema non accetterà ulteriori trasmissioni di istanze.

Le istanze dovranno essere inoltrate unicamente per via telematica attraverso la procedura on-line attiva sul portale www.studioinpuglia.regione.puglia.it, alla sezione

Libri di testo a.s. 2023/2024.

Presentazione domande

Consulta la video-guida utente

AVVISO

PER L’ASSEGNAZIONE DEL BENEFICIO

RELATIVO ALLA FORNITURA GRATUITA O SEMIGRATUITA DEI LIBRI DI TESTO E/O SUSSIDI DIDATTICI A.S. 2023/2024

(ART. 27 della LEGGE 448/1998– D. LGS. 63/2017)

Leggi il Testo dell'Avviso

In sintesi:

DESTINATARI

Sono destinatari del beneficio di cui al presente avviso gli studenti e le studentesse o, qualora minori, chi ne esercita la responsabilità genitoriale o la tutela /curatela, che abbiano un livello di Indicatore della Situazione Economica Equivalente (di seguito ISEE) non superiore ad € 10.632,94 elevando tale limite a € 14.000,00 nel caso di famiglie numerose con tre o più figli a corico, attestato da una certificazione in corso di validità.

? ISEE ORDINARIO

L’ISEE richiesto è quello ordinario.

? ISEE CORRENTE

L'ISEE ordinario può essere sostituito dall'ISEE Corrente (con validità sei mesi) in seguito a:

- una variazione della situazione lavorativa ovvero un'interruzione dei trattamenti previdenziali, assistenziali e indennitari non rientranti nel reddito complessivo (dichiarato ai fini IRPEF) per uno o più componenti il nucleo familiare;

- una variazione della situazione reddituale complessiva del nucleo familiare superiore al 25% rispetto alla situazione reddituale individuata nell'ISEE calcolato ordinariamente.

- una variazione della situazione patrimoniale complessiva del nucleo familiare superiore al 20% rispetto a quanto evidenziato nell’ISEE ordinario, ai sensi dell’art. 2 del DM 5 luglio 2021 (Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali).

? ISEE MINORI

Qualora il nucleo familiare si trovi nelle casistiche disciplinate dall’art. 7 del D.P.C.M. n. 159/2013 (genitori non conviventi), l’ISEE richiesto è quello per le prestazioni agevolate rivolte ai minorenni.

? ISEE PER MINORI IN AFFIDAMENTO

Sulla base delle disposizioni dell’art. 3 D.P.C.M. n. 159/2013, ribadite dalla circolare INPS 171/2014:

- Il minore in affidamento e collocato presso comunità è considerato nucleo familiare a sé stante.

- I minori in affidamento temporaneo, invece, sono considerati nuclei familiari a sé stanti, fatta salva la facoltà del genitore affidatario di considerarlo parte del proprio nucleo.

? ISEE PER MINORI IN CONVIVENZA ANAGRAFICA

Sono in convivenza anagrafica i soggetti che risiedono stabilmente in istituti religiosi, assistenziali o di cura, in caserme o istituti di detenzione. Tali soggetti sono considerati nucleo familiare a sé.

Nei casi di convivenza anagrafica, il figlio minorenne fa parte del nucleo del genitore con cui conviveva prima dell'ingresso in convivenza anagrafica, fatto salvo il caso sopradescritto.

Se nella convivenza anagrafica vi è un genitore con figlio minore, (es. residenti in una casa-famiglia)

entrambi fanno parte dello stesso nucleo familiare.

IMPORTI E MODALITA' PER L'EROGAZIONE DEL BENEFICIO

I Comuni assegnano il beneficio di cui al presente Avviso agli aventi diritto, ai sensi del comma 1 dell’art. 27 della L. 448 del 1998, sulla base delle risorse agli stessi assegnate dalla Regione Puglia in sede di riparto, e secondo le modalità dagli stessi definite (buoni libro oppure rimborso delle spese sostenute oppure comodato d’uso).

Nella determinazione dell’ammontare pro-capite del beneficio il Comune è tenuto a non eccedere il tetto di spesa relativo alla classe e all’indirizzo di studio frequentato dallo studente.

L’erogazione del beneficio da parte dei Comuni è subordinata:

--- alla verifica della residenza dello studente indicata sull’istanza;

--- alla verifica della frequenza scolastica;

--- alla verifica dell’effettiva spesa sostenuta per l’acquisto dei libri di testo.

 

                                                                  IL RESPONSABILE DELL'AREA

                                                                             SEGRETERIA & AA. GG.

                                                                     F.to DOTT.SSA FRANCESCA MUCI

Il sito istituzionale del Comune di Crispiano è un progetto realizzato da Parsec 3.26 S.r.l.

Torna all'inizio del contenuto

Questo sito utilizza i cookie per il funzionamento e per offrirti una migliore esperienza. I cookie tecnici e i cookie utilizzati per fini statistici sono già stati impostati. Per ulteriori dettagli sui cookie, compresi quelli terze parti, e su come gestirne le impostazioni consulta la Cookie Policy.

Cliccando ACCETTO acconsenti all’utilizzo dei cookie.